Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, acconsenti ed accetti l'uso dei cookie.

Sodalizio regione Lombardia e fondamentalisti cattolici

 

Comunicato stampa

 

Fino a che punto

la giunta regionale lombarda intende abusare del proprio ruolo per imporre un modello di società “naturale”?

 

Milano, 8 gennaio 2015 – Alle richieste formulate da più parti della società e della politica lombarda e nazionale, la Giunta risponde procedendo prepotentemente nell’intento ed definendo “ogni parere contrario una strumentalizzazione”.

Questa negazione del confronto è ormai la cifra della Giunta leghista lombarda e la Consulta Milanese per la Laicità delle Istituzioni lo aveva già sperimentato sei mesi orsono, quando aveva chiesto chiarimenti in merito alla mozione del 1 luglio 2014 in difesa della “famiglia naturale” e non era arrivato il minimo accenno ad interloquire con nessuna delle 20 associazioni che fanno parte della Consulta. Oggi rileviamo una cieca ostinazione a concedere ad un’organizzazione espressamente omofoba ed integralista come Alleanza Cristiana non solo spazio pubblico (Auditorium Testori), ma anche patrocinio regionale (con annesso logo EXPO) e addirittura la presenza di un’assessora e del Presidente stesso, cui vengono delegate le conclusioni!

Quale idea di società la Giunta intende imporre in Lombardia? Quale modello di istituzione? Un ordinamento locale  che prevede “l’applicazione della perenne morale naturale e cristiana alle mutevoli circostanze storiche”? Non è proprio su queste basi che è nata la nostra Repubblica nè l’Unione Europea: le nostre radici sono laiche e progressiste.

La mozione del 1 luglio 2014, il convegno del 17 gennaio 2015 appartengono ad una cultura che spaccia i discorsi dell’odio e della discriminazione come libertà di espressione, veicolando modelli antiscientifici e identitari in una società in preda a paure e difficoltà quotidiane.

La Consulta Milanese per la Laicità delle Istituzioni, insieme alle associazioni aderenti, sollecitano con forza il Consiglio ad approvare le mozioni in discussione martedì 13 gennaio affinchè regione Lombardia rispetti le diversità che fanno di questo territorio la ricchezza e la maggiore risorsa.

------------------------

2 gennaio 2015

Segnaliamo con sdegno che si terrà il 17 gennaio, in regione, alla presenza dell'assessora Cappellini e del presidente:
http://comunitambrosiana.org/2014/12/20/difesa-famiglia-regione-lombardia/

Questi gli organizzatori:
http://comunitambrosiana.org/2014/10/07/alleanza-cattolica/

Non manca il patrocinio EXPO all'iniziativa. 

La Consulta Milanese per la Laicità delle Istituzioni denuncia ancora una volta il sodalizio di regione Lombardia con Alleanza Cattolica, un'organizzazione di fondamentalisti cattolici che instillano odio e intolleranza contro lesbiche, omosessuali e femministe.

Il sodalizio era stato inaugurato lo scorso luglio, con l'adozione di una mozione sulla "famiglia naturale" sui cui contenuti, come ricorderete, la Consulta aveva chiesto chiarimenti. Mai giunti. Da nessuna delle cariche coinvolte.
http://www.milanolaica.it/news-dalla-consulta/139-richiesta-di-chiarimento-a-regione-lombardia-sulla-mozione-per-la-famiglia-naturale.html

Eventi e ricorrenze laiche

September 2019
M T W T F S S
26 27 28 29 30 31 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 1 2 3 4 5 6