Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, acconsenti ed accetti l'uso dei cookie.

Quaderni Laici nr. 10-11

I GRANDI MAESTRI DEL PENSIERO LAICO

I pensatori del laicismo e i loro differenti universi culturali
Le diverse laicità dei pensatori classici e del Novecento italiano
La laicità dello stato come fondamento del diritto di diffondere le proprie fedi al riparo da dispotismo e intolleranza

Per sua intrinseca natura aperta al pluralismo e al confronto, nel corso del tempo la laicità è stata concepita e perseguita in molti diversi modi: i laici non hanno dogmi da trasmettere, bensí principi e valori da sottoporre alla comune, ininterrotta riflessione.
Riconducibili a universi culturali differenti, i grandi autori "classici" qui presentati - da Spinoza a Bobbio, passando per Locke, Voltaire e Kant, cosí come per Tocqueville, Stuart Mill, Russell, Croce, Salvemini - hanno comunque tutti inteso valorizzare la laicità come fondamento dello stato e del diritto di ciascuno di diffondere liberamente le proprie fedi al riparo da ogni forma di dispotismo e intolleranza.

Per leggere un estratto del volume cliccare qui: https://www.claudiana.it/pdf/9788870169713-saggio.pdf